lunedì 22 dicembre 2008

Computer e videogiochi..


Oggi vorrei ribadire la mia idea sull’uso del computer,dei videogiochi da parte del bambino. Prima di tutto non penso che il computer danneggi o peggiori il bambino, è logico che se lascio un bambino 3 o 4 ore attaccato al computer questo me ne esce fuso, in ogni cosa ci deve essere una giusta via di mezzo non posso negare completamente l’utilizzo delle tecnologie, nella nostra società esse sono fonte di informazione e conoscenza. L’uso del computer è un modo di conoscere il mondo, di stare aggiornati, al passo con la società. Ma non deve diventare una fissazione, sono favorevole al computer ma per scopi scolastici e conoscitivi..Per quanto riguarda i videogiochi trovo sia un po’ stupido proibire completamente questi giochi, sarei favorevole a giochi che hanno come obiettivo quello di sviluppare certe capacità intellettive, o videogiochi che riguardano argomenti scolastici, certo sono contraria ai giochi di violenza e aggressività. Secondo me tutto sta nell’impostare un rapporto di fiducia, di responsabilità con il bambino, in veste sia di educatrice che di genitore, se io so farmi rispettare, ho fiducia nel bambino so spiegargli l’uso di certe tecnologie e mettermi accanto a lui per fargli sentire la mia presenza, spiegargli che ci può giocare solo qualche ora alla settimana, non vedo perché non posso lasciarlo libero di giocare e di svagarsi(tutto sta nel rapporto instaurato).

4 commenti:

alix ha detto...

scusami perchè secondo te bambini di 8-9 anni vogliono il giochino sulla matematica come videogioco o un documentario da vedere per tv? i genitori secondo te comprano questi ai loro bambini per farli contenti?io non ho detto di proibirli nella società di oggi nel mio blog ho solo posto la realtà di oggi così com'è

alix ha detto...

a si è ricordati che è società che forma il gusto dei bambini e i suoi bisogni al bambino puoi anche dirglielo che certi giochi non vanno bene ma quando andrà a scuola vedrà quelli che sono preferiti dai suoi compagni e li vorrà lo stesso

Eleo ha detto...

I bambini sicuramente,per gelosia, vogliono quello che hanno gli altri; ma le famiglie di certo non sono tutte uguali, pronte a soddisfare tutti i capricci. Conosco per esperienza personale genitori responsabili e attenti, che seguono i propri figli, facendoli crescere bene.( E’ normale che non tutti sono così, e cedono alle richieste e a tutti i capricci dei figli).Ho detto solo che secondo me tutto sta nell’educazione che si dà e nel rapporto che si instaura con il bambino, un rapporto basato sulla fiducia e sulla responsabilità. Poi non ho detto che il bambino deve avere il giochino sulla matematica, ma si possono trovare in commercio una grande quantità di giochi adatti allo sviluppo delle capacità intellettive e di ragionamento, a seconda della fascia d’età. Se io sono un bravo genitore, so farmi rispettare, so non farmi sopraffare dal bambino tiranno che vuole questo e quell’altro, fregandomene della società e di ciò che impone. Ripeto dietro ogni bambino, esiste una famiglia con persone, bisogna vedere che educazione sono in grado di dare al proprio figlio. Rispetto, fiducia, responsabilità, una giusta via di mezzo per certe cose, e una posizione ben decisa per altre.

Sophie ha detto...

Giusto ele...sono perfettamente d'accordo con te!!!!!